Nell’arredamento lo scopo principale è quello di creare ambienti armoniosi e ciò è possibile grazie anche al corretto uso dei colori e delle fantasie. Soprattutto per rispondere alle esigenze della vita moderna, il mobilio dovrà ottimizzare lo spazio a disposizione, essere pratico, mentre le diverse tonalità andranno abbinate al meglio per conferire freschezza alla stanza in questione. Non solo, è bene anche che gli abbinamenti conferiscano serenità, pulizia, ordine e convivialità a seconda dell’ambiente in questione. Ecco quindi una guida definitiva che vi suggerirà come abbinare i colori in modo armonico agli arredi di stile classico e artigianale vintage.

Mood rilassante: come abbinare i colori in modo armonico nell’arredo vintage e classico

Per conferire il massimo della rilassatezza ad un ambiente domestico, qualsiasi esso sia, è bene sfruttare i giusti abbinamenti cromatici. Questi non solo considerano le tonalità proprie dei mobili, ma anche i tessuti d’arredo, i rivestimenti a pavimento e alle pareti e i vari complementi, come pure gli accessori illuminanti. Tutto insomma deve concorrere a creare un’armonia d’insieme unica, personalizzata e che non sia per nulla fastidiosa alla vista. Un arredo classico, magari di fattura artigianale, solitamente è realizzato in legno laccato lucido o non trattato e vengono lasciate inalterate le colorazioni tipiche dell’essenza legnosa usata. Si troveranno quindi legni più chiari come il frassino, l’ulivo, il bambù o il rovere chiaro, oppure più scure e striate come il teak, il castagno e il noce scuro. Diciamo che, in via generale, per creare un abbinamento ad hoc con questi mobili, conferendo un mood rilassante, sono perfetti i colori neutri. Tra questi citiamo il beige, il sabbia, il grigio, il bianco, il nero, il marrone e che si possono abbinare tra loro magari sfruttante tonalità diverse. Per dare invece un tocco di colore in più ci si potrà sbizzarrire con i tessuti d’arredo, in questo modo sarà anche più semplice cambiare look alla stanza in qualsiasi momento e senza sforzi o spese troppo onerose. Via libera quindi ai colori pastello come il giallo, il rosa, il verde e l’azzurro, perfetti anche per abbellire la stanza dei bambini e dei ragazzi e per dare un tocco un po’ scandinavo. Interessante per comprendere come utilizzare al meglio i tessuti ed i colori è questo corso online adatto a tutti e che guiderà passo passo nella scelta dei colori ad hoc “Arredamento Domestico: Come Fare un Restyling Low Cost solo con i Tessuti”, firmato da Life Learning e dall’interior designer Eleonora Tredici. Infine, per rendere rilassante e armonioso un ambiente arredato con mobili vintage, valgono el stesse regole e gli stessi consigli cromatici, ma si possono anche abbinare a nuance che ne esaltino il valore, specie se il mobilio è artigianale. Per esempio si potranno sfruttare cromature e rifiniture oro, argento e rame, pure bronzo e da abbinare a colori vivaci ma lussuosi come il blu, il porpora, il viola, l’arancione caldo e il verde bosco.

Mood moderno: come abbinare i colori in modo armonico nell’arredo classico e vintage

Grazie ad un arredo realizzato con mobili artigianali e curati, rigorosamente Made in italy, magari dal mood classico o vintage, si può comunque conferire un mood più moderno e fresco sfruttando i colori giusti e armonizzandoli tra loro. Questo succede quando si vuole modificare l’atmosfera di una stanza magari datata, o semplicemente quando si vuole personalizzare un ambiente domestico comunque di classe ma poco dinamico a livello cromatico. Infatti gli arredi in legno, per quanto siano di grande valore e perfetti perché durino nel tempo, vanno abbinati alle nuance giuste e armonizzati al contesto scegliendo tonalità che suggeriscano anche la personalità del proprietario di casa. Detto ciò, in abbinamento per esempio a degli arredi in ciliegio si potranno utilizzare tappeti dai colori caldi come il porpora, oppure sfruttare il verde petrolio o il verde salvia. Si potranno poi creare pendant con lampade in vetro dalle stesse nuance e magari con pouf e divani dai rivestimenti analoghi ma realizzati con tessuti tecnologici. In abbinamento a mobili in teak o comunque scuri andranno benissimo anche tinte iper-vivaci come quelle dell’arancio, del giallo, ma anche del rosso e del blu elettrico. Se volete osare potrete anche smorzare il tutto e creare dinamicità, pur mantenendo l’armonia moderna, usando accessori o lampade dai colori fluo, perfetti in qualsiasi stanza, specie in quella dei ragazzi o nell’home working. Infine, per rendere ancora più accattivante e contemporanea una casa arredata con mobili dal mood vintage, esistono infinite proposte originali a livello di oggettistica e che riusciranno a legare la modernità al pregio e alla raffinatezza dei mobili artigianali Made in Italy, spesso massicci e importanti. Se poi gli arredi classici o vintage saranno dipinti con vernici colorate, allora dovrete armonizzare il tutto prediligendo stoffe, lampade, poster e carte da parati dai colori attigui. Ben vengano anche i dettagli cromati in metallo come le maniglie, i pomelli, le gambe di sedie e tavoli che conferiranno un quid più attuale all’intero mobilio.

Le fantasie da abbinare all’arredo classico e vintage

In questa guida su come abbinare i colori in modo armonico a mobili artigianali vintage o classici, non potevamo non trattare le fantasie, veri concentrati di colore utilissimi per rendere ogni stanza personalizzata, unica e accogliente. Con i mobili in legno è facile creare abbinamenti ad hoc e che magari rendano l’ambiente più vivace o, al contrario, più rilassante e rasserenante. In commercio si trovano davvero infiniti supporti che possono far al caso vostro e che daranno quel quid in più al vostro arredo Made in Italy. Per esempio le fantasie che richiamano la vegetazione, specie quella tropicale, sono ideali per dare freschezza e per dare quella nota senza tempo al legno dei vostri arredi, specie se scuro o dalle linee classiche o vintage. I tessuti fiorati dal mood romantico invece sono perfetti in salotti che ricordano la Provenza, lo stile Shabby o il Country e in camera da letto conferiranno un armonia d’insieme veramente rilassante. Per dare un tocco di modernità sono perfette le trame geometriche: intramontabile l’optical black&white, ma pure i pattern che richiamano gli anni ’60 e ’70. Questi ultimi andranno scelti con colorazioni molto vivaci, altrimenti rischierebbero di accentuare il mood vintage dell’arredo artigianale in legno. In generale sono di grande tendenza le carte da parati, disponibili anche per la cucina ed il bagno e pure in versione vinilica ultra moderna, che aiutano anche i meno avvezzi al design a creare abbinamenti armoniosi in qualsiasi stanza domestica. Ovviamente, se la tappezzeria è importante e vistosa sarà meglio non esagerare con suppellettili e complementi d’arredo altrettanto vistosi e colorati. Come già accennato prima, un valido aiuto nel decorare casa con i colori lo danno gli apparecchi illuminanti, da scegliere magari dello stesso modello o collezione nella stessa colorazione o in nuance diverse. Abat-jour, applique, lampade da scrivania, piantane e lampadari a sospensione da soffitto sono tutti strumenti dal design impareggiabile e utilissimi per portare il colore in casa e abbinarlo al meglio con i mobili artigianali classici o vintage.