Gli elementi d’arrendo in pelle sono sempre un’ottima soluzione per completare il look del nostro ambiente. Ma cosa significa acquistare complementi d’arredo in pelle rigenerata? Come riconoscerla e come mantenerla? Scopriamolo insieme!

La pelle, una soluzione per mille problemi!

Che sia un ambiente classico, boho, chic, oppure country o ancora minimal e chi più ne ha più ne metta, un complemento d’arredo in pelle regala sempre quel pizzico di personalità e calore in più, rendendo unico il nostro ambiente!
La pelle, infatti, è un materiale estremamente facile da adattare a qualsiasi contesto, sia esso un ufficio o una casa privata, abbinandosi molto bene con i materiali oggi più in voga come acciaio, ferro e legno, creando così combinazioni uniche di stile!

La pelle rigenerata: come riconoscerla!

In commercio ad oggi troviamo moltissime tipologie di tessuto che per consistenza ricordano la pelle originale, ma quali sono le differenze? Per scoprirlo dobbiamo affidarci alle etichette di ogni prodotto, tenendo in particolare considerazione il prezzo, che sarà nettamente più alto se abbiamo davanti un oggetto in pelle vera 100%. La pelle rigenerata, come suggerisce il nome stesso, non è pura pelle lavorata, ma fa parte delle sottolavorazioni (tra cui anche l’ecopelle), sarebbe a dire, pelle recuperata da scarti, principalmente dell’industria alimentare, e successivamente aggiunta – in proporzioni variabili – ad altri elementi chimici che ne permetteranno la lavorazione sulla falsa riga della carta: la pelle, infatti, viene tritata, mescolata a vari prodotti aggreganti e poi stesa in fogli, tinteggiata e tagliata, secondo le necessità.

La pelle rigenerata: un materiale di recupero facile da mantenere

Il vantaggio di scegliere elementi d’arredo in pelle rigenerata non sta solo nel prezzo! Prima di tutto, infatti, si tratta di un materiale di recupero, pensato per sfruttare tutti gli scarti di pellame provenienti dalle industrie alimentari, limitandone lo spreco. Inoltre, la pelle rigenerata è molto semplice da mantenere, pur non essendo sfoderabile come la maggior parte dei tessuti, la pelle rigenerata non necessita di una manutenzione troppo complessa, anzi! Sarà sufficiente detergerla con detergenti neutri e idratarla in modo tale da evitare scomode ed antiestetiche crepe dovute all’usura.

Come idratare correttamente il nostro complemento d’arredo in pelle rigenerata?

Beh, sembra strano, ma una crema idratante specifica è più che sufficiente, soprattutto se spalmata almeno una volta a settimana, come una vera e propria beauty routine!

Insomma, la pelle rigenerata è un ottimo compromesso tra qualità e prezzo, soprattutto per gli elementi d’arredo, qualche ultimo accorgimento va preso però prima di scegliere il nostro complemento. Se prima abbiamo menzionato il prezzo come primo campanello d’allarme, l’etichetta è l’unico vero indicatore di qualità! Facciamo attenzione, infatti, a riconoscere gli addensanti ed eventuali additivi chimici che potrebbero essere potenzialmente dannosi per la salute!

Ora, fatte le dovute valutazioni, lasciamo libero spazio alla fantasia e scegliamo il complemento d’arredo in pelle rigenerata perfetto per noi!